mercoledì 5 aprile 2017

Disegnare su Power Point

Titolo poetizzato: Pregiudizi di primavera

Tra tecnicismi e poesia, il post di aprile parte da: devo fare una vignetta. Riciclo un disegno che avevo già pronto e lo dedico ai pregiudizi. Vista la stagione, ai pregiudizi di primavera. Vera, come il nome della protagonista della vignetta.

Sul messaggio del disegno aggiungo poco, sperando arrivi a chi vorrà vederlo e capirlo. 

La novità è che ho provato ad utilizzare, come chiaramente visibile, la penna per disegnare sul tablet. Una penna molto elegante che intorno alla punta ha un aggeggio di gomma che la rende sensibile al touch, o meglio rende sensibile il touch del tablet alla penna (costa pochissimo 7 euro su amazon). Per utilizzarla sono andata, casualmente, sull'icona di power point Disegno, che non avevo mai notato, presente soltanto sul tablet. Fino a qui tutto molto bello. Ma, come noterete subito dalle vignette, è difficilissimo creare una scrittura che non assomigli a quella di un bambino di 3 anni. E mi sono limitata soltanto ad aggiungere parole ai miei disegni. Figuriamoci a disegnare direttamente con il touch che esce fuori. 

Forse ci vuole un corso ad hoc, forse è la penna che costa soltanto 7 euro, forse ero in una posizione scomoda, o forse bisogna ricominciare da capo? Abbandonare l'idea del proprio tratto, della propria calligrafia cartacea ed esercitarsi come se fossimo nuovamente in prima elementare.

Provare per credere.



Nessun commento: